Il primo mese è stato davvero una merda. I primi mesi lo sono quasi sempre, di solito, è l’instabilità. Mi sono lasciata sovrastare e investire da un’onda di 50 metri. Ci ho messo quasi un mese per ricominciare a nuotare e risalire, ma ormai sono a galla e non mi affonda più nessuno. Con Malaga era […]

Ci sono vari aspetti di questo cambio radicale di cui ancora non ho parlato, e uno di questi sono LE COSE BELLE. Perché a Dublino, dopotutto, non fa tutto schifo e ci sono cose assolutamente perfette. Tipo il mio lavoro. E la gente del mio lavoro. Il mio lavoro è segretissimo, ho firmato un milione […]

Vorrei riuscire a spiegare cosa significa prendere un aereo da un posto che si chiama Costa Del Sol – perché il sole ce l’ha veramente 360 giorni l’anno – e atterrare a Dublino, dove è tutto verde e rigoglioso perché il sole lo vedono solo 5, di giorni all’anno. Vorrei riuscire a spiegare cosa significa […]

Mi spiace moltissimo per tutto il tempo che è passato senza dare notizie, ma la mia vita al momento è un casino. Non ho il tempo di far niente e al contempo vorrei poter raccontare tutto, mi faccio liste mentali e scritte di tutto ciò che non voglio dimenticare perchè, raga, QUI E’ UN BORDELLO. […]

E adesso? Me l’avete chiesto in tanti, e scusate se vi ho lasciato col fiato sospeso fino ad ora. Sono state due settimane stressantissime, piene di incertezza e non proprio aiutate dall’intempestivo arrivo dei miei zii in vacanza a Malaga per una settimana. Un anno, mi ci è voluto un anno. Questo il primo pensiero che ho […]

“Vabbè dai, piuttosto che niente…”  fu quello che commentò mia nonna quando le dissi che avevo cominciato a lavorare traducendo videogiochi. Ai suoi occhi la traduzione e i videogiochi non stanno neanche nella stessa frase, figurati se può essere un lavoro vero. È un po’ la roba che uno fa per arrotondare, tipo pulire i […]

Io: “Amore, amore, amore! Dai, io adesso ti guardo intensamente, mi porto le mani alle tempie e tu mi dici a cosa sto pensando.” (Caffècaffècaffècaffècaffè) Luii: “Hmm…. Te lo caliento?” Io: “Ommioddio sì! Come hai fatto?? Fantastico. Sì, scaldamelo per favore.” Il Churri si avvia verso la cucina con passo sicuro, all’improvviso un urlo rimbomba:  […]