Expat preguntas

Sono stata candidata da Sogno Australiano a rispondere a dieci domande expat, e visto che mi sembrano tutte buone domande aquí va!

1) Perche’ hai deciso di andar via dal tuo paese?
Per un sacco di motivi. So che in questi ultimi anni è molto in voga la scusa del ‘me ne vado perché il mio paese è una merda’ ma per me è vero solo in parte. Indiscutibilmente l’Italia non mi offre nulla in questo momento, né sul piano lavorativo né tantomeno sociale. C’è però da dire che io ho bene o male sempre accarezzato l’idea di vivere fuori, fin da quando studiavo geografia sui sussidiari pieni di fotografie bellissime ed esotiche e mi immaginavo a vedere quei posti dal vivo. L’Italia quindi non è mai rientrata tra i miei piani di vita e se me sono andata è soprattutto per un certo desiderio di vedere e sperimentare il mondo.

2) Lo rifaresti?
Mille e mille volte. Subito.

3) Dove vorresti vivere VERAMENTE?
Come ho detto, idealisticamente mi vedo a fare la globetrotter e girare un po’ dappertutto. Diciamo che per ora la prossima meta (idea fissa degli ultimi 4 anni peraltro) è l’Australia.

4) L’abitudine piu’ strana che hai acquisito?
Ogni volta che conosco una persona nuova mi presento direttamente come ANA,  alla spagnola. Questa è un’abitudine che ho preso rapidissimamente perché le doppie, in Spagna come in Veneto, non esistono. Quando mi capita di dire Anna la gente soprassiede olimpicamente o pensano che sia io a dirlo male. Ci passo sopra. Voglio dire, se persino mio moroso c’ha messo svariati mesi ad imparare a dire la doppia n, che posso mai pretendere dal resto del mondo.

5) Quando incontri un italiano all’estero… scatta l’antipatia, l’indifferenza o la simpatia??
Dipende dal tipo di italiano. Se incrocio per strada dei connazionali, indifferenza. Non sono di quelle che si emozionano e pensano ‘ooooh sono dei miei!’… no. Se però quelli che incrocio sono italiani caciaroni che senti urlare a km di distanza, qui scatta la tolleranza zero. Quanto a percentuale sicuramente sono più le volte che sono scontenta di aver conosciuto connazionali, le eccezioni positive ci sono ma non sono abbastanza da compensare la controparte.

6) Il cibo piu’ buono del tuo nuovo paese?
Qualsiasi persona che sia stata in Spagna direbbe sicuramente jamon. A me però francamente non pare sta gran cosa (eresia!! Ora mi deportano sicuro). A me fanno impazzire il salmorejo & gazpacho, tutta la vita! Super mediterranee, sono creme semplici e veloci, buonissime, freschissime e vegetariane.

Gazpacho

Gazpacho (Photo credit: gtrwndr87)

7) E quello piu’ orrido?
Mah direi un po’ tutti quelli di pesce visto che a me fa orrore, ma considerato che ci sono un’infinità di piatti di pesce restringerò il quadro a uno in particolare: IL PULPO A FEIRA! Un piatto gallego che mi ha perseguitato durante il mio anno a Santiago. Qué asco!

Polbo á Feira

Polbo á Feira (Photo credit: FreeCat)

8) Il tuo ultimo compleanno all’estero? Come l’hai passato?
L’ultimo mi sa che è stato nel 2011, ero a Santiago, ero in erasmus ed era il giorno di Pasqua: olé! Assieme a un sacco di amici abbiamo fatto festa praticamente tutto il giorno – sbronzi marci dalle 12 fino a notte fonda.

9) Dove sarai tra cinque anni?
Bella domanda. Fra 5 anni ne avrò 30 e di sicuro so solo dove NON vorrò essere: né in Italia, né in Spagna. Magari starò ancora vivendo il sogno di fare la zingara nomade per il mondo, o magari mi arò davvero stabilita in Australia, chi può dirlo.

10) Ad oggi la Felicita’ e’… ?
Stare bene con me stessa e con chi mi circonda, sapere di stare lanciando le basi per quello che voglio sia il mio futuro secondo quello che penso io, senza costrizioni né false convenzioni sociali. Sentirmi libera.

[Le regole dicono che dovrei candidare altre dieci persone e inventarmi altre dieci domande, ma la verità è che non so nemmeno se conosco così tante persone nella blogosfera e che non ho né il tempo né la voglia di inventarmi cose, quindi chiedo scusa ma questo è stato il massimo dello sforzo]

Annunci

Un commento

  1. Il piatto della foto mi sembra super appetitoso… poi io sono vegetariana e quindi di parte, eheh.
    Gia’ che riesci a depennare 2 paese ,Italia e Spagna, dalla lista del DOVE VORREI VIVERE… stai un pezzo avanti!
    Mi sa che ci vediamo in Australia. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: