En casita

CASA!

Alla fine per fare i 2.000km che separano Malaga da Vicenza ci ho impiegato solo 13 ore, che hanno compreso l’utilizzo di 2 treni, 2 aerei e 2 macchine.

Non mi lamento però, tutto è andato alla grande e non mi hanno mai nemmeno pesato il bagaglio. Epic win!

Terra! It just took me 2 trains, 2 planes and ...

Il comitato di benvenuto all’atterraggio

Ogni ritorno è diverso, e questo in particolare mi sta risultando più strano del solito.

Queste le prime cose che ho notato:

  1. Il sole. Fa buio prestissimo ed io non riesco a farmene una ragione. Ieri alle 17 stavo guidando (la prima cosa che faccio ogni volta: prendere la macchina) ed era nuvoloso. Ero convinta fosse scuro per via delle nuvole ma quando si è aperto il cielo mi sono accorta che il sole era già tramontato. Non ci credevo. A Malaga fino alle 19.30 è ancora giorno pieno…
  2. Il caldo in casa. Una roba meravigliosa che mi sembra pura stregoneria da 21esimo secolo. In Andalusia non esiste il riscaldamento in casa, perché fa freddo si e no un mese l’anno e non ne vale la pena, DICONO. Son stronzate. E’ vero che fa caldo sì, ma fuori. Dentro casa invece è sempre freddo e umido e in inverno bisogna girare con tre strati di pigiama. Qui in Veneto invece fa ovviamente freddissimo fuori ma in casa 20 sacrosanti gradi non te li leva nessuno. Che comodità.
  3. Orari di pranzo e cena. Ok questo lo sapevo, ero psicologicamente preparata. Quello che non era preparato era il mio fisico, che abituato a pranzare alle 15/15.30 e cenare tra le 22 e le 23 tutti i giorni negli ultimi 6 mesi, ora rinnega completamente le sue origini italiane e mi fa venire i conati ogni volta che mia madre pronuncia la frase ‘è pronto in tavola’. Alle 12.30. Anche qui, gnàà posso fa’. Per non parlare della pesantezza e abbondantezza della gastronomia nostrana! Altra cosa a cui non sono più abituata. Certo io poi mi faccio fregare dalla nostalgia, sono a casa da 1 giorno e mi sono già ingozzata di pizza, pasta fresca e frittelle. Manco il tempo di entrare in casa e già stavo salivando…
  4. La concezione di bello/brutto tempo: anche qui, Andalusia/Veneto sono ai due poli opposti. A Vicenza in questa stagione già se non piove la giornata viene considerata un trionfo, se poi esce il sole la gente impazzisce del tutto e l’adrenalina prende il sopravvento. Gli uomini vanno a lavare la macchina in gruppo canticchiando brani opinabili, le mamme portano i bimbi al parco e tutti gli altri passeggiano in centro fischiettando come fosse un film di Mary Poppins. A Malaga quell’unico giorno in cui ci sono nuvolette sparse la gente che può restare in casa, ci resta, perché la giornata fa cagare e non merita di essere vissuta. Se esce (con un muso che tocca terra) è unicamente per lamentarsi del tempo con altri e poter condividere il proprio disappunto.  Ecco. Io posso orgogliosamente affermare per la prima volta in vita mia di non toccare un ombrello da 6 mesi, non mi è proprio mai nemmeno baluginata in testa l’idea che mi servisse comprarne uno. [Ciao, sono Anna e non uso un ombrello da sei mesi. – Ciaaao Anna.]  PERCHE’ NON PIOVE. E quando piove sono due gocce scarse della durata di due minuti due.

Per fortuna lo shock termico è stato lieve (se non consideriamo l’atterraggio, a Torino stava cominciando a nevicare) dato che sono arrivata in quel rarissimo momento in cui l’implacabile inverno padano si mette in pausa (generalmente per un paio di giorni, mai di più) e ti illude che la primavera sia alle porte. Quindi dopo 3 settimane di pioggia e alluvioni ininterrotte, oggi c’è un sole e un tepore allucinanti. Un giorno che verrebbe considerato appena passabile a Malaga, ma che per gli standard veneti è una giornata assolutamente splendida:

Splendida giornata in #veneto! È la primavera ...

È la primavera in anticipooooooo

Annunci

2 commenti

  1. Ehy, bentornata!
    Non ci credo che non ti hanno pesato il bagaglio… ahahahah! Una grande vittoria!!

  2. Grazie!
    Si assolutamente un successo su tutta la linea eheh, adesso vediamo se ho lo stesso culo anche al ritorno… 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: