Archivio mensile:maggio 2014

Thunder only happens when it’s raining

Alcuni genitori hanno la fortuna di avere dei bimbi gastronomicamente facili, a cui piace tutto-tutto e si mangerebbero pure i sassi. Ecco, io ero l’esatto opposto: una grandissima cagacazzi. Schizzinosa fino all’inverosimile, a tutt’oggi non so mia madre come abbia fatto a sopportarmi/alimentarmi durante tutti quegli anni. La compatisco moltissimo e rabbrividisco ogni volta che […]

La Malaga ggggiovane

Raramente mi capita di incrociare per strada o in biblioteca una mia ex collega dell’università che da un paio di mesi, casualmente, è in erasmus qui a Málaga. Ha la mia età e ha seguito il mio stesso percorso universitario tranne che per un fatto: io ho deciso di fare l’erasmus in triennale, a 21 […]

España se desmorona

Non voglio criticare altri Paesi né adagiarmi sul classico ‘io sto meglio perché il mio vicino sta peggio’, però, PERÒ c’è da dire che gli italiani secondo me soffrono di un chiarissimo caso dell’erba del vicino. Quella più verde, più fresca, più morbida, con meno cacche di cane, presente no? Ecco. Ora, io è un pezzo […]

Salmorejo

Nel post 10 oggetti fondamentali in Spagna descrivevo l’essenzialità del mixer (batidora) e la sua totale imprescindibilità in ogni cucina iberica. Mai come oggi – giorno glorioso in cui il mixer è finalmente entrato anche in casa nostra – mi sento di sottoscrivere la sua utilità. Perché, signori miei, il mixer è vita. Col mixer […]

Nuvole… Esisto senza che io lo sappia e morirò senza che io lo voglia.

Oggi mi sono svegliata irrequieta. Ho aperto gli occhi e il mio cervello era già a mille. Mille pensieri, mille sensazioni – quasi tutte negative – mille domande. Ho guardato l’uomo steso al mio fianco e per la prima volta in 2 anni mi sono chiesta cosa sto facendo io qui. Cosa ne sto facendo […]

Communication breakdown

Perla freschissima del giorno, whatsapp tra me (che sono fuori) e il Churri (che è in casa): Lui: Morenita, traete carta  que se acabó Io: vale, papel normal no? Lui: claro. Mi sta chiedendo di portare a casa della carta perché è finita. Siccome ‘carta’ in spagnolo vuol dire solamente lettera, e considerato che non […]

Una noche de amor desesperada

Questo è Granada. Una città a cui fare l’amore disperatamente, una notte. Non di più, perché la routine e la consuetudine non le appartengono. Granada la si ama in una notte. La mattina dopo ti risvegli e non è già più tua, lo sai. Te ne devi andare, ha altri amanti, altre persone da trattare […]