Una noche de amor desesperada

Questo è Granada.

Una città a cui fare l’amore disperatamente, una notte.
Non di più, perché la routine e la consuetudine non le appartengono.
Granada la si ama in una notte. La mattina dopo ti risvegli e non è già più tua, lo sai. Te ne devi andare, ha altri amanti, altre persone da trattare con lo stesso impeto di ardore fugace, altre persone da una botta e via.
Ti usa, Granada.

E tu ritorni, testardo, ogni fine settimana, credendo che stavolta sarà per sempre.
Vai da lei, stai con lei un giorno e una notte. Bevi con lei, ridi con lei, impazzisci con lei fino a ritrovarti alle 8 di mattina ancora per strada e non vuoi tornare a casa perché sai che se chiudi gli occhi tutto cambia. Vai a letto e quando ti risvegli Granada non è più lì, svanita come la notte appena passata.

Non è mai la stessa il giorno dopo.

Cammini come uno zombie per le strade in cui la notte precedente ti credevi padrone del mondo, e in quelle stesse strade oggi ci sono solo mamme e passeggini, godendosi il sole di una piacevole domenica pomeriggio.
Granada non c’è.
Ci sei solo tu con la tua resaca e i tuoi ricordi confusi e un vago sentimento di abbandono.
Non impari mai.

Non è mai la stessa il giorno dopo.

Annunci

2 commenti

  1. Londra mi ha insegnato che anche lasciarsi usare dai posti va bene, se con consapevolezza… 😉

    1. Verissimo, infatti ci ritorno sempre volentieri e sempre con la stessa consapevolezza che non ci vivrò mai 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: