Ricerche google: le risate

Non lo faccio mai, quindi non so perché oggi mi sia venuto ‘sto flash ma tant’è che l’ho fatto: sono andata a vedermi i termini di ricerca del blog.

I primi 5 minuti ho riso tantissimo, ce ne sono due o tre davvero carucci! Gli altri sono  abbastanza nella norma, segno che sto sbagliando sicuramente qualcosa. Voglio comunque condividere i risultati con voi perché alcuni meritano sul serio:

terminiricerca

 

– Mi rinnovano il NIE: qui non ho capito se era un’affermazione (e in tal caso: che cazzo stai cercando quindi? Già fatto tutto no? O ti stai bullando con google per il rinnovo? Non credo applauda, ma vedi mai) o una domanda (mi rinnovano il nie? E io che ne so. Come si rinnova il nie? Già meglio formulata.)

– Ovviamente il vincitore assoluto è quello/a che è arrivato sul mio blog cercando TETTE A MALAGA.

Oh, manco na settimana dopo aver scritto che mi ero data al topless e già le mie tette fanno tendenza! Il prossimo passo: #tettecanija TT su twitter. E scusate l’allitterazione. Comunque, caro ricercatore di tette, puoi stare tranquillo: pure a Malaga, come in Italia, ci sono. Ah e c’è pure la moka, sì, tizio/a della ricerca #2.

– Ho riso un botto con la cosa dello shampoo per cavalli, lo sapevo che prima o poi questo post sarebbe stato utile! Giuro che è vero, lo usano sul serio gli umani.

– La cosa dei piatti sporchi è per fortuna cosa del passato, da marzo convivo di nuovo solo col Churri e ci siam felicemente lasciati dietro le spalle i mesi bui della comuna hippy coi piatti fino al soffitto, materassi in ogni angolo della casa, piantine di marijuana alte come me in terrazza ed ospiti 24/7. So che ho rotto parecchio le palle coi post sulla coinquilinanza in quel periodo, ma la situazione stava veramente degenerando. Ironicamente, ora ho sempre voglia di un porrito e ‘gnente.

– C’è inoltre chi è arrivato qui cercando “DOVE SI TROVA LA PALMA PALMILLA A MALAGA”. La Palma-Palmilla si trova in alto, dritto sopra il centro guardando la cartina di Málaga, qui:

Ph. Google Images

Non so perché lo stai cercando, ma fossi in te non ci andrei. Barrio chungo alert, aquí lo dejo.

IMAG2582 – C’è poi chi è venuto cercando “nebbia malaga”, “foschia malaga”, “malaga nebbia?”. Sì, a tutte e tre. Esiste assolutamente la nebbia a Malaga, eccome se esiste! Non ci credevo neanch’io, fino alla settimana scorsa: è un fenomeno infatti che qui ho visto solo in estate e solo in spiaggia. Roba che pareva la pianura padana in novembre, però con l’afa.

Tu esci di casa ed è la classica giornata di sole d’estate. Vai in spiaggia e all’improvviso ti cala addosso una nebbia fittissima che anche se sei circondata da gente ti pare di stare nel deserto, in un film dell’orrore. I bagnini issano bandiera rossa, ma mica perché il mare è agitato, macchè, è perché non si vede a un metro!

Settimana scorsa: afa e nebbia tutti i pomeriggi aka fare il bagno al mare e non sapere in che direzione tornare

Settimana scorsa: afa e nebbia tutti i pomeriggi aka fare il bagno al mare e non sapere in che direzione tornare

Per la cronaca, la mia ricerca googlante di oggi è stata la seguente: “come rendere il tofu…”  stavo scrivendo ‘saporito’ e mi è automaticamente uscito ‘mangiabile’. Eh.

Annunci

2 commenti

  1. Oddio che ridere tette a Malaga 😀

    Ma come funziona questa cosa? Voglio vederle pure io le keyword di ricerca!

    1. È su statistiche-> termini di ricerca-> riassunti 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: