5 cose a cui non mi sono (ri)abituata in 2 settimane

1) I prezzi esorbitanti dei supermercati: 13€ di spesa per 5 cose. 4 zucchine piccole oltre 1.5€? Non ce la posso fare. 3.99€ un pacchetto di gomme da masticare?! 2.4€ 1 etto e mezzo di prosciutto cotto?! Non so come faccia mia madre a pagare quasi 50c la zucchina senza sentirsi truffata.

2) La varietà di pasta e mozzarelle che esistono, sono rimasta dieci minuti nella corsia tutta blu-Barilla, estasiata e sopraffatta. Come fa la gente a decidere?

3) Sentirmi giudicata per ciò che indosso ogni volta che cammino per strada. I vicentini hanno sguardi estremamente eloquenti, sai perfettamente cosa gli sta passando per la testa quando ti guardano: “Va’ come si veste”, “Sarà la stessa roba che usa per andare a letto?”, “sarà straniera, sicuro”. Se sopravvivi ad un’adolescenza italiana sei probabilmente immune a qualsiasi tipo di bullying.

4) Non vedere il mare. Pensavo sarei resistita due settimane, ma la cruda verità è che sono mare-dipendente. E non intendo il bagno, ma anche solo la brezza marina, la sabbia sotto i piedi, le onde. Odore e rumore di mare. Udire da distante il rumore della sirena di una nave che sta uscendo dal porto. Uscire di casa e sapere che lui c’è, sentirlo ovunque.

5) Vivere di carboidrati. Ho mangiato quasi solo pizze, pasta e bruschette e credo di essermene tolta la voglia almeno fino a natale. La pasta in verità non era prevista, ma mia nonna a pranzo o fa pasta o risotto, e che fai, torni a casa e non pranzi dalla nonna? Impossibile liberarsene.

Pareva giusto limitare la lista di cose a 5, visto che mia madre mi ha fatto notare come ogni volta che sia partita e ripartita per Malaga sia sempre stato il 5 del mese. 5 settembre la prima volta, 5 marzo la seconda, 5 ottobre adesso. E loro son venuti a trovarmi là il 5 giugno. Coincidenze poche, il 5 è chiaramente in qualche modo legato alla mia vita malagueña, vediamo che ci porteranno i prossimi.

Annunci

4 commenti

  1. Cavolo, pure io.
    Le gomme da masticare poi non si spiegano!

    1. Ma infatti, che razza di bene di lusso sono?!

  2. dev’essere il numero andaluso!!! il 5 rientra nel nostro calendiario: 15 maggio il giorno che son venuta a nerja, tanti anni fa, ed ho trovato casa e lavoro anche se era una giornata festiva! 25/05/10 é nato mio figlio. il 5 luglio dell’anno scorso son ripartita dall’italia per tornare qui. e tanti altri 5 nella nostra vita 🙂

    1. Ahaha ma dai! Che bello 🙂 dev’essere proprio il numero malagueño per eccellenza. Buon 5 anche a te allora!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: