35 libri

C’è una cosa, dopotutto, che sono riuscita a portare a termine nel 2014: la Goodreads Reading Challenge.

C’è qualcosa di masochistico nell’auto-imporsi un minimo di libri da leggere durante l’anno, almeno per me. Io mi sento sempre colpevole perché fino a qualche anno fa divoravo un libro dietro l’altro, mentre mi rendo conto che ora spreco un sacco di tempo guardando stronzate in tv o al pc. Sono consapevole di aver ridotto drasticamente il quality time che dedicavo alla lettura, così come si è ridotta a livelli infimi anche la mia capacità di attenzione. Internet annebbia il cervello e la tele ammazza i neuroni, io ne sono una prova vivente.

Il 2 Gennaio 2014 ho impostato un numero che mi sembrava raggiungibile, anche se infinitamente poco rispetto a quello che avrei voluto: 35. L’ideale sarebbe stato 52, uno per settimana. Pare fattibile, considerando che ci sono volumi che richiedono più settimane e al contempo libercoli che si leggono in uno o due giorni. Ma mi conosco e so che, realisticamente, non ci sarei mai arrivata a cinquantadue. CINQUANTADUE. Mi fa strano persino scriverlo. Dio, quando sono diventata quel tipo di persona che legge poco e si demotiva facilmente?

Insomma, 35 libri.

reading challenge

Di questi 35, solo 2 erano di carta, il resto erano in mobi. Alcuni sono stati letti in aeroporti, molti sugli autobus, altrettanti in spiaggia o sull’erba.  Una delle cose che mi piace di più fare in assoluto, quando leggo, è sottolineare le frasi che più mi piacciono, conservarle in un quadernetto/file e ogni tanto tornare a rileggermele sciolte, senza avere addosso la storia del libro. Il Kindle mi toglie il piacere selvaggio dell’evidenziatore, però mi salva automaticamente tutte le sottolineature in un file che ha chiamato ‘i miei ritagli’. Tutte lì, in ordine di lettura, con titolo, autore, data e pagina. Sei molto più nerd di me, kindle.

Secondo quel file sui miei ritagli, marzo e aprile sono stati mesi di febbrile lettura e intense evidenziazioni. Poi evidentemente è cominciata l’estate e mi si sono squagliate le sinapsi.

Qui un paio di citazioni che ho salvato nel 2014 e che voglio portare con me anche nel 2015:

 Nota per generazioni future: nostra epoca prevede cosiddette carte di credito. Azienda presta soldi, tu restituisci a tasso elevato. Buono per quando non hai soldi veri per fare cosa che vorresti fare (tipo comprare costoso ghepardo). Direte voi, al riparo vostro futuro: Non sarebbe meglio non fare cosa che non ti puoi permettere? La fate facile voi! Voi non siete qui, nel mondo di oggi, con figli, figli che amate, con altri che fanno belle cose per propri figli, tipo Viaggio Culturale a Nizza se siete i Mancini, o tre settimane di immersioni fra relitti Bahamas se siete Gary Gold con quel ragazzone abbronzato del figlio Byron. Limitazioni così frustranti.
Dieci Dicembre, George Saunders

 

“If only I had more money” is the easiest way to postpone the intense self-examination and decision-making necessary to create a life of enjoyment—now and not later. By using money as the scapegoat and work as our all-consuming routine, we are able to conveniently disallow ourselves the time to do otherwise: “John, I’d love to talk about the gaping void I feel in my life, the hopelessness that hits me like a punch in the eye every time I start my computer in the morning, but I have so much work to do! I’ve got at least three hours of unimportant e-mail to reply to before calling the prospects who said ‘no’ yesterday. Gotta run!”
The 4-Hour Workweek, Timothy Ferriss

 

 

Annunci

11 commenti

  1. Visto che condividiamo la passione per la lettura, ti raccomando ad occhi chiusi questo libro: http://www.fratinieditore.it/la_bambina_e_il_buio.html. Mi ha fatto spanciare dalle risate! 🙂

  2. È il mio buon proposito per quest’anno … Quel ‘contatore’ dove lo prendo? Anche io avevo pensato a 35 libri, uno ogni decina di giorni!

    1. Registrati su Goodreads, ti iscrivi alla challenge e appunti lì tutti i libri che leggi, te li aggiunge automaticamente alla sfida quando imposti la data di fine lettura 🙂

  3. wow, sei bravissima invece!
    Io fino ai 12-13 anni chiedevo solo libri per Natale e ne leggevo 5 o 6 contemporaneamente…
    Ora devo per forza leggerne almeno due contemporaneamente, a meno chè uno non mi catturi e rapisca l’attenzione non lasciando energie per l’altro…ma ecco, di solito arrivo a finire 2 libri al mese e non di più 😦

    Comunque secondo me non è colpa di internet e tv che bruciano i neuroni… è la vecchiaia che avanza! 😀

    1. Io sono incapacissima di leggerne più di uno alla volta, mi innervosisco e non mi concentro su nessuno dei due ahah. Multitasking livello pari a 0, temo.
      La vecchiaia dovrebbe aiutare invece, a discernere il quality-time dal merda-time 😛

  4. Spero che questo post mi sia di ispirazione… non leggo fiction da… troppissimo tempo, e anche io divoravo libri un tempo 😦

    1. Il periodo universitario è stato il mio record negativo per eccellenza con la lettura 😦 è difficilissimo studiare e trovare la forza di aprire altri libri. Per i primi mesi dopo la laurea mi sentivo in colpa perché avevo sempre la sensazione di stare sprecando tempo con libri non-per-la-tesi. Che trauma!
      Con il PhD non riesco neppure a immaginarmelo :O

  5. gli ultimi libri andavano di 3 in 3, ste benedette trilogie che mi son letta in meno di 3 settimane, e l’ultima mi ha lasciato con quella sensazione di “chissá quando ritrovo un libro cosí bello” che ho fatica a ricominciare!!! comunque penso di essere arrivata alla ventina, quest’anno, e siccome la metá erano belli grossi ne vado fiera 🙂

    1. Ahah il 2014 è stato anche per me l’anno delle saghe, Game of Thrones intero. Non mi capitava dai tempi di Harry Potter credo 🙂 vai alla grande!

      1. Selena · ·

        Leggiti gli Hunger Games!! Io adoro il film, ma siccome non riesco ad andarmi a vedere la terza parte ed ero curiosa di sapere come finiva la storia, me li son letta tutti e tre, stupendi! Oltre al fatto che racconta molti piú dettagli e spiega meglio la situazione, l’ho adorato dall’inizio alla fine

  6. Anche io da quando ho il kindle sono tornata a battere i miei record di adolescente. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: