Vorrei poter.

Vorrei riuscire a spiegare cosa significa prendere un aereo da un posto che si chiama Costa Del Sol – perché il sole ce l’ha veramente 360 giorni l’anno – e atterrare a Dublino, dove è tutto verde e rigoglioso perché il sole lo vedono solo 5, di giorni all’anno.

Vorrei riuscire a spiegare cosa significa stare in felpa e giacca il 24 luglio, o arrivare al lavoro 3 giorni di seguito fradicia e restare coi piedi bagnati per 8 ore perché piove fortissimo e di traverso.

Vorrei riuscire a mettere in parole cosa significa maledire l’universo e le proprie decisioni ogni singolo giorno per 3 settimane di fila. Questionare tutto in un perenne e masochistico sliding doors in cui rivivi quel bivio della tua vita ad oltranza.

Vorrei riuscire a spiegare quanto si fa amara e triste la vita quando all’improvviso sei da sola, scissa in tre piccoli pezzetti che formano il triangolo Italia-Spagna-Irlanda. Lontana da tutti e da tutto. E la frustrazione immane che ti prende quando pensi che fino a qualche anno fa hai sempre fatto tutto da sola e ora stai facendo una tragedia per una stronzata. Ti sei ammosciata, ti dici, e piangi più forte.

Vorrei riuscire a spiegare com’è passare da 3 anni di semi-perfetta convivenza col tuo compagno ad una casa anonima, con 2 polacche maniache del fitness ma decisamente non maniache delle pulizie, 1 cane e 2 gatti.

Vorrei riucire a mettere in parole la solitudine feroce.

Vorrei saper spiegare com’è scrivere le stesse cose dieci volte e correggerle altre dieci perché metti accenti e lettere in più, che son passate 3 settimane ma sei ancora abituata alla tastiera spagnola.

Vorrei poter scrivere un post decente, ma non ho tempo, non ho voglia, non ne ho la capacità. Tutto quello che scrivo fa schifo ed è perchè le mie emozioni fanno schifo, in questo momento.

Vorrei saper spiegare come ci si sente quando all’improvviso credi di aver raggiunto una sorta di equilibrio, poi il giorno dopo ti svegli e non riesci a smettere di piangere. Senza motivo apparente. Piangi in camera, piangi in treno, piangi sul bus, piangi arrivando al lavoro, ti beccano prima di entrare in bagno e fingi coi colleghi di avere l’allergia. Fai conversazioni assurde e pesantissime su whatsapp, l’app che meno al mondo è indicata per questo tipo di cose, e poi torni a casa. E sempre all’improvviso, così com’è venuta, quella nube di nera disperazione se ne va. In spagnolo c’è una parola perfetta per descriverlo, si chiama ‘bajon‘ e sei così giù che ti afflosci su te stesso.

Il giorno dopo ti alzi e continui la tua vita.

Poi arriva venerdì e ti fanno una semplice domanda: “fancy a pint after work?” e realizzi che, da quando sei arrivata, non hai avuto un secondo per rilassarti. Hai lavorato tutti i weekend, hai cercato casa nel (poco) tempo libero, hai trovato casa ma devi continuare a cercare perché traslocherai di nuovo, e in tutto questo ti sei persa. Ti fanno quella domanda e dici di sì, subito, senza neanche pensarci, perché ne hai un bisogno disperato e poco importa se vivi a Mordor e non sai come tornare perché alle 23.30 finiscono tutti i treni e i bus. Esci e ti fai 3 pinte a stomaco vuoto, e il pub è fighissimo, e la gente è simpatica e la musica live è spettacolare e sei pure un po’ ubriaca.

E ritrovi un po’ di te, finalmente.

Domani è un altro giorno, poi ne verrà un altro ed un altro ancora. E avanti così, un passo dopo l’altro, finché, senza rendermene conto, smetterò di contare i giorni che passano.

walt

Annunci

10 commenti

  1. Ah Walt il vecchio saggio Walt! Quello che diceva di non avere sentimenti…ma di Essere sentimeni…

  2. 1. Tutto questo che stai provando è legittimo. Magari non hai bisogno di sentirtelo dire, ma io so che per esempio a Venezia ne avevo bisogno, quindi te lo dico lo stesso: hai diritto a piangere quanto ti pare, e ad essere felice dopo una pinta al bar.
    2. Tutto questo è temporaneo. Tutto potrebbe cambiare da un momento all’altro, potresti tornare in Spagna; oppure Dublino potrebbe cominciare a piacerti, e potresti tornare in Spagna dopo averci fatto pace; oppure potrebbero crearsi le condizioni per restare lì, più a lungo, ed esserne felice.
    3. Sono cose difficili. Bisogna darsi tempo. Sei una persona coraggiosa e che non si accontenta, che un po’ è una maledizione, ma soprattutto è una benedizione. Trova delle piccole comfort zone, quelle grandi magari vengono da sè 🙂
    4. Rinnovo l’offerta, ho due amici in Irlanda che potrebbero avere contatti, se hai bisogno di cambiare casa.

    Best of luck!! Un abbraccio.

    1. 1. Awww grazie, davvero.Credo fosse esattamente quello che avevo bisogno di sentirmi dire 🙂
      2. Il fatto che sia temporaneo è, al momento, una delle uniche cose che mi manda avanti.
      3. Dublino in realtà mi piace parecchio, so che scrivo solo peste e corna di lei ma è una città che offre veramente moltissimo e, prima di viverci, mi affascinava un casino 😛 adesso che ci vivo è diverso ma, razionalmente, se togliamo clima e casa la trovo una città veramente fantastica.
      Se i tuoi amici sanno qualcosa di una doppia (ma non condivisa) tra d1, d2, d3 e d4 sarebbe fantastico, grazie!

      1. Allora intanto chiedo 🙂 sei su fb?
        Forza e coraggio!!

      2. Si! Anche se mi sa che faccio prima io a trovare un Annika italiana a Londra che tu un Anna italiana a Dublino eheh

  3. Sono cose che capitano quando ci si sposta. A volte il passaggio è facile, altre meno. Sicuramente essere senza l’altra persona e abitare ai confini del mondo non aiuta. Ma poi passa. Oppure lo fai passare tu.
    Bottoms up!

    1. Passerà, passerà. Passa sempre, però ho imparato a concedermi questi momenti di razionata disperazione per non esplodere tutto in un colpo 🙂

  4. E piano piano torni davvero.
    Un abbraccio!

    1. Un altro a te 🙂

  5. Una Guinness é sempre la risposta a tutti i problemi!!! Besos y qué sea leve y rápido este bajón.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: