Archivi tag: viaggi

E adesso?

E adesso? Me l’avete chiesto in tanti, e scusate se vi ho lasciato col fiato sospeso fino ad ora. Sono state due settimane stressantissime, piene di incertezza e non proprio aiutate dall’intempestivo arrivo dei miei zii in vacanza a Malaga per una settimana. Un anno, mi ci è voluto un anno. Questo il primo pensiero che ho […]

ROMA, overview

[Lo so che questo è un blog su Malaga e sull’Andalusia e che Roma non c’entra niente, MA è pur sempre il mio blog. Ed è stata la mia prima volta nella capitale. E devo raccontarlo, perché questa città mi esplode dentro.] Roma è stata un pugno in un occhio. Arrivo a Termini, vengo raccattata da […]

SEVILLA, mi arma.

Ovvero LA CALATA DEI SICILIANI. Degli amici messinesi sono venuti in visita, ed essendo già stati a Málaga abbiamo deciso tutti di farci un paio di giorni a Siviglia, la celeberrima capitale andalusa. Erano 4 anni che non tornavo: mi sono perdutamente re-innamorata di lei. Siviglia è addirittura più bella di come me la ricordavo, […]

Vueling e i buoni sconto

VUELING, nel suo infinito altruismo, mi ha dato un incredibile, fantasmagorico, allucinante sconto di ben 20€. Che uno dice oh, coi tempi che corrono e con quello che ti piace volare, venti euro son pur sempre venti euro. Ma ‘nfatti, pure se fossero 5 io sarei felicissima. Il problema viene quando uno si mette a […]

Del guidare tra le colline di Jaén.

Le colline tra Cazorla e Granada, viste dietro un vetro molto sporco. Sarà che in fondo sono una romantica, ma mi sono accorta di avere solo foto delle colline al tramonto, quando diventano d’oro. (La squadratura delle foto si deve ad Instagram)

Cádiz + Open Andaluz

In questi giorni io e il Churri sembriamo una coppia di famosi, di quelli che si incrociano per caso in corridoio un giorno la settimana. Io son partita venerdì mattina prestissimo per Cadiz, tornata domenica notte, lui è partito lunedì mattina per Huelva, ancora non è tornato. A Cádiz sono andata perché ho lavorato qui: […]

Otoño en Cazorla.

Suolo calcareo, pietrificato, granai di fango e paglia diroccati, campi coperti di stoppie sbiadite, cime frastagliate di montagne in lotananza, ore in cui non incontri praticamente nessuno, quando ti fermi senti ronzare il silenzio. Ma non osare parlare di monotonia perché in uno stesso giorno vedi strisce di oro puro che si estendono fino all’orizzonte […]